Accedi

MyBilimetrix

Non ricordi i dati di accesso?
Registrati per gestire il tuo Bilistick®
Preloader

Un sogno che diventa realtà

Origine della collaborazione

La nostra idea di collaborazione è nata
con un obiettivo comune

Il progetto nasce grazie alla collaborazione tra i professori Claudio Tiribelli e Richard Wennberg che hanno lavorato per trovare una soluzione semplice che porti all’eradicazione del Kernittero, una patologia che colpisce migliaia di neonati in tutto il mondo, prevalentemente nei Paesi a basso reddito a causa delle barriere strutturali ed economiche.

Con più di 30 anni di esperienza nella ricerca clinica e di base sulla bilirubina, hanno identificato tali barriere e proposto strategie per porre fine a questa tragedia.

Dalla loro analisi è emerso che la maggior parte dei casi di Kernittero sono causati da: diagnosi tardiva di ittero, mancata valutazione dei fattori di rischio d’ittero severo e mancato monitoraggio dei neonati dopo la dimissione.

In risposta a tali carenze, i professori Tiribelli e Wennberg si sono concentrati sullo sviluppo di un sistema diagnostico a basso costo, rapido e portatile per misurare la bilirubina nel plasma dei neonati.

Definiti i primi passi dell’idea progettuale è entrato a far parte del team Carlos, chi si è occupato della gestione del progetto e dello sviluppo di Bilistick®, e poi Chiara. Il solo fatto di pensare che un piccolo strumento per la corretta gestione dell’ittero potesse dare a un bambino la possibilità di godersi il suo diritto a giocare e vivere come tanti altri bambini nel mondo ci ha fatto innamorare di questo progetto.

Il nostro sogno è l’integrazione della diagnosi rapida con programmi progettati per eliminare il kernittero.

Il nostro team

Claudio Tiribelli

CEO di Bilimetrix e Direttore Scientifico della Fondazione Italiana Fegato-Onlus.

Le sue competenze riguardano lo studio avanzato degli aspetti fisiologici e patologici del fegato con particolare interesse nella tossicità causata dalla bilirubina nel sistema nervoso centrale.

Coordinatore di numerosi progetti scientifici internazionali relativi all’ittero neonatale e ai danni cerebrali causati dalla bilirubina.

Questo progetto nasce con la più grande motivazione di poter dare, un giorno, la possibilità a ogni neonato del mondo, e in particolare quelli meno fortunati, di non avere danni cerebrali permanenti per una diagnosi non fatta o fatta in ritardo.
Questo significa per me dare la possibilità a migliaia di bambini di avere un futuro pieno di gioia e felicità.Perciò ho dato e darò il massimo di me per vedere questo sogno diventare realtà.

Carlos Coda Zabetta

Laureato in Argentina in Biotecnologia, è arrivato in Italia nel 2009 per svolgere il dottorato di ricerca in biomedicina molecolare alla Università di Trieste, studiando i meccanismi di tossicità della bilirubina in modelli di cellule neuronali.

Dal 2011 è Referente dello sviluppo del Sistema Bilistick® e si occupa della gestione operativa di Bilimetrix e del coordinamento dei progetti di ricerca nei diversi paesi del mondo.

Da presto quando ho iniziato l’università avevo voglia di un giorno poter contribuire in qualche modo a combattere le malattie che colpiscono a tante persone nel mondo. Se ben non sapevo come lo avrei fatto, ero convinto che un giorno mi si presenterebbe l’opportunità per farlo. Quando ho iniziato il dottorato di ricerca, il fatto di capire perché la bilirubina causava dei danni ai bambini mi è sembrato molto interessante, ma mi mancava l’impatto diretto della mia ricerca sulle persone. Quando il Prof. Tiribelli mi ha proposto di prendermi in carico lo sviluppo di questo progetto la prima cosa che è passata per la mia mente è stata: “questa è l’opportunità che cercavo”. Per me il progetto è diventato una sfida personale che voglio vedere arrivare alla fine. Il giorno in cui Bilistick avrà contribuito ad evitare che un bambino resti disabile per tutta la sua vita sarà il giorno in cui potremmo dire:
Ce l'abbiamo fatta!

Carlos Coda Zabetta

Laureato in Argentina in Biotecnologia, è arrivato in Italia nel 2009 per svolgere il dottorato di ricerca in biomedicina molecolare alla Università di Trieste, studiando i meccanismi di tossicità della bilirubina in modelli di cellule neuronali.

Dal 2011 è Referente dello sviluppo del Sistema Bilistick® e si occupa della gestione operativa di Bilimetrix e del coordinamento dei progetti di ricerca nei diversi paesi del mondo.

Da presto quando ho iniziato l’università avevo voglia di un giorno poter contribuire in qualche modo a combattere le malattie che colpiscono a tante persone nel mondo. Se ben non sapevo come lo avrei fatto, ero convinto che un giorno mi si presenterebbe l’opportunità per farlo. Quando ho iniziato il dottorato di ricerca, il fatto di capire perché la bilirubina causava dei danni ai bambini mi è sembrato molto interessante, ma mi mancava l’impatto diretto della mia ricerca sulle persone. Quando il Prof. Tiribelli mi ha proposto di prendermi in carico lo sviluppo di questo progetto la prima cosa che è passata per la mia mente è stata: “questa è l’opportunità che cercavo”. Per me il progetto è diventato una sfida personale che voglio vedere arrivare alla fine. Il giorno in cui Bilistick avrà contribuito ad evitare che un bambino resti disabile per tutta la sua vita sarà il giorno in cui potremmo dire:
Ce l'abbiamo fatta!

Chiara Greco

Laureata come Tecnico di Laboratorio Biomedico, ha approfondito la sua formazione conseguendo la Laurea Magistrale in Scienze delle Professioni Sanitarie Tecniche Diagnostiche all’Università di Ferrara.

Oggi è la nostra Referente degli aspetti tecnici di sviluppo e di ricerca in Bilimetrix.

Questo progetto è per me speciale in quanto è stato il primo progetto di ricerca a cui ho partecipato, il “primo amore”.  Il progetto Bilistick, infatti, è stato nel 2011 il progetto della mia tesi triennale. A quel tempo cercavamo di capire, attraverso un prototipo di ricerca, se il sistema pensato dai professori Tiribelli e Wennberg potesse essere un valido metodo di misura della bilirubina. Il nostro sogno era produrre un dispositivo a basso costo per poter salvare la vita a tanti bambini nei paesi in via di sviluppo. Finita la tesi per alcuni anni ho lavorato presso un altro Istituto e per me è stato davvero emozionante ritornare a fare parte del team e vedere che, grazie al lavoro svolto da Carlos e dal prof negli anni, che i nostri sogni a piccoli passi stavano diventando realtà. Sono orgogliosa di lavorare in Bilimetrix perché sono fermamente convinta che “il vero modo di essere felici è quello di procurare la felicità agli altri” (cit. Robert Baden-Powell) e quale modo migliore se non dare la possibilità ai neonati itterici di crescere e godersi la vita in salute.

Partner e collaborazioni

Contattaci

Se vuoi contattarci per l'acquisto o hai bisogno di chiarimenti tecnici sul prodotto, inviaci un messaggio compilando il seguente form.
* Campo obbligatorio

Recupera il tuo account
Inserisci l'indirizzo email associato al tuo account Bilimetrix per ripristinare i dati di accesso

 

 

Registrati a MyBilimetrix
Accetto l'informativa sulla privacy *
Presto il consenso per ricevere informazioni circa aggiornamenti software, offerte speciali, promozioni e altre iniziative legate a Bilimetrix

*Campo obbligatorio

La registrazione è avvenuta con successo

Per acceddere all'area personale, clicca accedi ed inserisci i tuoi dati.

Torna alla home

La registrazione non è avvenuta correttamente

Per acceddere all'area personale, clicca accedi ed inserisci i tuoi dati.

Torna al form